Schiavi d'Amore di Maria

la consacrazione a maria completa la nostra totale offerta a cristo in un supremo atto di sottomissione

Italian

Desideriamo manifestare il nostro amore e la nostra gratitudine alla Santissima Vergine e allo stesso tempo ottenere il suo aiuto imprescindibile per estendere l'Incarnazione in tutte le cose, con un quarto voto di schiavitù mariana 1  secondo S. Luigi Maria da Montfort.

Questo quarto voto che facciamo, insieme a quelli di castità, povertà e obbedienza, implica una consegna totale a Maria per servire meglio Gesù Cristo. Per questo implica un doppio aspetto:

MATERNA SCHIAVITÙ D'AMORE

Immagine della casa di Formazione a Montefiascone - italia

Questa consacrazione a Maria è fatta come “materna schiavitù d'amore”, secondo il modo ammirevole esposto da S. Luigi Maria Grignion de Montfort. Tale schiavitù è chiamata da lui “schiavitù di volontà” o “di amore”2, dal momento che liberi e volontariamente, solo mossi dall'amore, offriamo tutti i nostri beni e noi stessi a Maria e attraverso di Lei a Gesù Cristo. In questo modo non si fa che rinnovare, pienamente e con coscienza, le promesse fatte nel Battesimo, nel quale fummo rivestiti di Cristo3, e nella professione religiosa. E, inoltre, per questa schiavitù d'amore diventa evidente il dominio e la provvidenza materna che vede Maria sopra tutte le cose, ma specialmente sulle anime fedeli, secondo quanto afferma San Bonaventura: “Schiava di Maria Regina è ogni anima fedele, incluso la Chiesa universale”4. E afferma Giovanni Paolo II: “… la consegna a Maria così come la presenta San Luigi Maria Grignion de Montfort è il mezzo migliore per partecipare con profitto ed efficacia a questa realtà per estrarre da Lei e condividere con gli altri delle ricchezze ineffabili… Vedo in ciò (la schiavitù d'amore) una specie di paradosso di quelli che tanto abbondano nei Vangeli, nei quali le parole ‘santa schiavitù’ possono significare che non sapremmo sfruttare più a fondo la nostra libertà… Perché la libertà si misura con la misura d'amore di cui siamo capaci”5.

Per questa schiavitù d'amore, non solo offriamo a Cristo per mezzo Maria il nostro corpo, la nostra anima e i nostri beni esterni, ma anche le nostre buone opere, passate, presenti e future, con tutto il valore soddisfacente e meritorio, in modo che Lei disponga di tutto secondo il suo beneplacito6, sicuri che per Maria, Madre del Verbo Incarnato, dobbiamo andare a Lui, e Lei deve formare “grandi santi”7.

 

 virgen de los dolores_0.jpg

Madonna Addolorata, dalla prima casa di Formazione
a San Rafael - Argentina

 

MARIANIZZARE LA VITA

Frutto della consacrazione alla Santissima Vergine e conseguenza naturale è il marianizzare tutta la vita. Bisogna per questo, in primo luogo, fare tutto per mezzo di Maria, che ci indica il mezzo e in questo consiste l’unione di intenzioni. Non c'è nulla che la Madre di Dio riservi per sé, ma in tutto ci dice ed insegna, come ai servitori di Cana, fate quello che Lui vi dirà (Gv 2,5).

In secondo luogo, bisogna fare tutto con Maria , nella quale si esprime la compagnia e il modello che deve guidare “tutte le nostre intenzioni, azioni e operazioni”8, dal momento che Lei è il capolavoro di Dio. Qui, quindi, ci viene mostrato ciò che dobbiamo imitare. Se l'Apostolo diceva Fatevi miei imitatori, come io lo sono di Cristo (1 Cor 11,1), con quanta più ragione potrà affermarsi questo della Vergine, in cui ha fatto grandi cose l'Onnipotente, il cui Nome è santo!9. “Mentre la Chiesa ha già raggiunto nella beatissima Vergine quella perfezione, che la rende senza macchia e senza ruga, i fedeli ... alzano gli occhi a Maria, la quale rifulge come modello di virtù davanti a tutta la comunità degli eletti”10.

In terzo luogo, è necessario agire in Maria , vale a dire, in intima unione con Lei, e con questo si mostra la permanenza e l'unità che ci deve essere tra il consacrato e la Madre di Dio. Colui che ama sta nell'amante: tale è la proprietà dell'amore ardente, che tende per se stesso a una mutua compenetrazione, sempre più profonda e solida. In questo modo si imita il Verbo Incarnato, che volle venire al mondo e abitare nel seno di Maria per nove mesi, si rende effettivo il suo mandato e la sua ultima donazione: Disse al discepolo: Ecco tua Madre. E da quell’ora il discepolo la prese con se (Gv 19,27).

In fine, è necessario fare tutto per Maria. La Santissima Vergine, subordinata sempre a Cristo secondo il disegno eterno del Padre, deve essere il fine al quale si dirigono i nostri atti, l'oggetto che attrae il cuore di ogni consacrato e il motivo dei lavori intrapresi. Maria è “il fine prossimo, il centro misterioso e il mezzo facile per arrivare a Cristo”11.

Tutti gli schiavi fedeli di Gesù in Maria devono, per tanto, invocarla, salutarla, pensare a Lei, parlare di Lei, onorarla, glorificarla, raccomandarsi a Lei, gioire e soffrire con Lei, lavorare, pregare e riposare con Lei e, in fine, desiderare vivere sempre per mezzo di Gesù e di Maria, con Gesù e con Maria, in Gesù e in Maria, per Gesù e per Maria.

 


1 Contituciones NN 17, 82-89.

2 S. Trattato della vera devozione alla Vergine Santissima, Luigi Maria Grignion de Montfort, NN 70, 72.

3 Cf. Gal 3,27.

4 Speculum Beatae Mariae Virginis, lect. III, N 5.

5  Citazione di ANDRÉ FROSSARD in No tengáis miedo, Ed. Plaza y Janes, Barcelona 1982, p. 131-132.

6 Cf. Trattato della vera devozione alla Vergine Santissima, Luigi Maria Grignion de Montfort, NN 121-125.

7 Ibidem, N 47.

8 Cf. Esercizi Spirituali, Sant'Ignazio di Loyola, N 46.

9 Cf. Lc 1,49.

10 Lumen Gentium, N 65.

11 Trattato della vera devozione alla Vergine Santissima, Luigi Maria Grignion de Montfort, N 265.

Qual’è lo scopo dell’Istituto del Verbo Incarnato?
Evangelizzazione della cultura per estendere l’incarnazione del Verbo…
Clicca qui per saperne di più.
Qual è il carisma dell’istituto del verbo incarnato?
Vogliamo rendere ogni uomo come una nuova incarnazione del verbo…
Clicca qui per saperne di più.
Scopri di più sulla spiritualità del nostro istituto
La nostra spiritualità è segnata dal mistero dell’Incarnazione, nel quale trova vera luce il mistero dell’uomo...per saperne di più
clicca qui.
La consacrazione a Maria completa la nostra offerta totale a Cristo in un atto supremo di sottomissione…
Clicca qui per saperne di più.
Conosci il fondatore dell’istituto del verbo incarnato
Padre Carlos Miguel Buela è nato a Buenos Aires il 4 Aprile 1941, ed è stato ordinato sacerdote nel 1971…
Clicca qui per saperne di più.
Scopri di più sulla presentazione del nostro istituto
Fondazione e primi anni. Processo Canonico. Espansione. Il dono di 30 nuovi “tabernacoli”. Anno di misericordia, anni di misericordia…
Clicca qui per saperne di più.
Cosa fa di un sacerdote un missionario dell’istituto del verbo incarnato?
Il sacerdote missionario è un uomo consacrato che ha risposto alla chiamata di Cristo alla missione nel Vangelo di Marco: “andate in tutto…"
Clicca qui per saperne di più.
Come si fa a vivere da contemplativa?
totale dedizione alla preghiera, alla meditazione e alla contemplazione dei misteri di Dio.
Clicca qui per saperne di più.
Visita le nostre case dove i futuri sacerdoti vengono formati: il seminario maggiore
“Il seminario, o casa di formazione, è il luogo dove il futuro sacerdote missionario riceve la “triplice formazione”…
Clicca qui per saperne di più.
Visita le nostre case dove i futuri sacerdoti vengono formati: il seminario minore
“La vocazione al sacerdozio ha spesso una prima manifestazione negli anni dell’infanzia e nei primi anni della giovinezza”…
Clicca qui per saperne di più.
Nel Vangelo, Gesù ha invitato alcune persone a seguirlo, come gli Apostoli. Anche ora, non smette di chiamare al sacerdozio…
Clicca qui per saperne di più.
Scopri cosa facciamo nel nostro apostolato
L’oggetto della nostra azione apostolica è tutto ciò che forma Cristo negli uomini e porta le anime alla salvezza eterna…
Clicca qui per saperne di più.
Scopri di più sulle nostre opere di carità
Le opere di carità sono un importante apostolato svolto dall’IVE…
Clicca qui per saperne di più.
Leggi qualcosa sulla missione popolare dell’IVE
Un modo semplice di predicare il Vangelo alle persone, cercando la conversione dei peccatori…
Clicca qui per saperne di più.
Alcuni giorni di ritiro e di silenzio, per rimuovere le passioni disordinate e vivere secondo la volontà di Dio…
Clicca qui per saperne di più.
Scopri l'importanza che ha nell'IVE il lavoro con i mezzi di comunicazione
Il nostro scopo è l'evangelizzazione della cultura, e in una cultura fortemente segnata dai mezzi di comunicazione, è necessario essere all'avanguardia in questo campo...
Clicca qui per saperne di più.
È possibile trovare le ultime notizie sulle nostre missioni e attività in tutto il mondo.
Clicca qui per visitare il nostro notiziario.